Le strade dei vini

Quattro itinerari che attraversano l'intera regione (Strda del Sagrantino, Strada del Cantico, Strada dei Colli del Trasimeno e Strada Etrusco Romana)legati alle principali colture e ai prodotti che meglio connotano il territorio e ne costituiscono i suoi più quotati indicatori di qualità enogastronomica. Quattro strade che percorrono l’intera regione ed il cui valore aggiunto sta nel fascino della natura, del paesaggio e delle testimonianze storiche, culturali ed artistiche che ne fanno una sorta di Museo diffuso. Grazie a questa iniziativa, che ormai ha preso piede da diversi anni, gli appassionati di vino possono andare alla scoperta di quest’Umbria di nicchia eppure così popolare, operosa, lontana dal clamore del turismo di massa, con le stesse movenze da secoli, lente e consapevoli. Più che un viaggio, è questa una filosofia di vita, grazie alla possibilità di attuare un vero e proprio percorso dei cinque sensi: udire suoni e rumori dimenticati, vedere la bellezza vera, toccare i tesori di un passato lontano, gustare i cibi e le bevande della tradizione, aspirare le diverse fragranze delle stagioni che si susseguono.

Le strade dell'olio

Percorrendo l'Umbria, vi sarà sicuramente capitato di notare, sulle pendici delle colline, distese di olivi: da qui nasce uno degli olii extra vergine più buoni e pregiati d'Italia. Ti proponiamo di scoprire uno dei luoghi dell'Olio DOP Umbria: i Colli di Assisi-Spoleto. In questa zona, dal terreno particolarmente fertile per la coltivazione dalle varietà di olivo Moraiolo, Frantoio e Leccino, viene prodotto un olio di indubbia qualità, dal colore che va dal verde al giallo, dall'odore e dal sapore fruttato forte, con una nota amaro e piccante. La zona dei Colli Assisi-Spoleto merita una visita di uno o più giorni, non solo per conoscere e assaggiare il prelibato oro giallo, ma anche perché vi sono delle città bellissime come Trevi, Spello, Spoleto, Assisi, Campello sul Clitunno e Foligno. Hai solo l'imbarazzo della scelta: puoi scegliere ognuna di queste città e scoprire i bei centri storici, l'arte e i paesaggi circostanti. Nei ristoranti della zona scegli uno dei piatti che ti danno l'opportunità di assaggiare l'olio a crudo, come l'insalata di farro, la bruschetta o i funghi arrosto oppure assaggia l'olio puro: ne riconoscerai subito il gusto e la nota piccante che lo caratterizzano. Uno dei periodi migliori per conoscere da vicino la produzione dell'olio in Umbria è il mese di novembre, il mese di Frantoi Aperti. Tutti i fine settimana del mese, i frantoi che aderiscono alla manifestazione, organizzano degli eventi a cui puoi partecipare: visite guidate, degustazioni, concerti e tanto altro.